SABATO 7 MAGGIO NOTTE BIANCA DELLE LIBRERIE

Ciao  tutti!!! Anche quest'anno ritorna la notte bianca delle librerie. Il 7 maggio dalle 19:00 alle 23:30 avremo l'onore ed il piacere di ospitare 5 autori con i loro libri: 

 Alle ore 19:00 andremo in Cina con Nazarena Fazzari e il suo libro "Tre uomini fanno una tigre" , un libro per chi lavora, per chi viaggia,ma anche per chi si vuole avvicinare alla cultura cinese per curiosità o per studiarne la lingua, e anche per chi la conosce già!


Alle ore 20:30 sarà con noi Giacomo Giamello con il libro "Antiche fiabe e novelle delle Langhe", raccolta di storie della tradizione popolare che l'autore è riuscito a reperire con un meticoloso lavoro di ricerca, durante moltissime interviste ed incontri con persone anziane residenti nell'Alta Langa; interessante per quanti si occupano di lingua, folklore e tradizioni locali, ma anche per coloro che vogliono trovare spiegazioni a credenze,superstizioni e comportamenti umani di ieri e di oggi. Parteciperà all'incontro anche Andrea Berlinghieri che ha disegnato la copertina del volume, effettuando una serie di veloci dipinti ispirati alle novelle che verranno poi battuti all'asta alla fine dell'incontro e l'incasso verrà devoluto all'associazione Pino Rosso, associazione di medici albesi che opera in Africa e in Messico. 



Alle ore 21:45, come già l'anno scorso ospiteremo la premiazione del Contest di narrativa "Carta Bianca" organizzato dall'associazione "Switch on future",sarà presente alla premiazione lo scrittore Claudio Marinaccio, autore del libro Scomparire edito da Feltrin





Per concludere alle ore 22:30 ci verranno a trovare Lucio Aimasso e Francesco Caligaris per presentarci la raccolta di racconti                 "Repertorio dei matti della città di Torino", curata da Paolo Nori ed edito dalla Marcos y Marcos di cui i due scrittori sono coautori. L'opera si propone come una piccola guida di quei personaggi caratteristici tipici di tutti i luoghi e di tutte le epoche, i matti appunto, i "picchiatelli": ritratti nati osservando la città, le strade, le piazze, i bar e le personalità che le abitano, scritti da gruppi di autori che per l'occasione si sono trasformati in cronisti medievali, ma della contemporaneità.

 

 

 

 


    

 

 

[top]

Media